L’estate sta finendo e un anno se ne va: maltempo a partire dal week-end

“Vortice di bassa pressione in arrivo sull’Italia; rovesci e temporali al Centronord con rischio nubifragi; asciutto e caldo al Sud, ma peggiora nel weekend”: questa è la sintesi delle previsioni meteo per i prossimi giorni.

Nuova fase di maltempo e piogge per l’Italia

“Una perturbazione atlantica ha raggiunto l’Italia portando un peggioramento su diverse aree del Centronord con piogge e temporali localmente anche di forte intensità” – spiega il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara “Il fronte sarà seguito dall’arrivo di un vortice di bassa pressione che si posizionerà proprio sulle nostre regioni centro-settentrionali. Avremo così prolungate condizioni di instabilità e maltempo con piogge e temporali frequenti per almeno 5-6 giorni”.

“Venerdì sono attese piogge e temporali anche forti in risalita dal Centro al Nord” – avverte Ferrara– “Rischio locali nubifragi in particolare tra Lazio, Toscana, Umbria, Marche e Nordest, più ai margini l’Abruzzo meridionale; in Sardegna tende a migliorare dal pomeriggio ma al mattino ancora piogge e temporali.  Non escluse punte superiori ai 100mm e qualche allagamento. Rimane più asciutto e soleggiato al Sud, ma con temporali in arrivo serale sul versante tirrenico a partire dalla Campania Anche il weekend sarà segnato da piogge e temporali frequenti che questa volta coinvolgeranno più direttamente pure il Sud Italia, specie domenica”.

Stop al caldo, arriva il fresco

“Le temperature sono previste in decisa flessione al Centronord, dove si perderanno fin oltre 6-8°C rispetto ai giorni scorsi con valori termici che si portano così più in linea con le medie del periodo. Al Sud farà invece ancora caldo con punte di 30°C, ma anche oltre sulla Sicilia dove soffierà lo Scirocco. Tuttavia nel weekend anche sulle regioni meridionali le temperature saranno in calo” – aggiungono gli esperti di 3bmeteo.com.

Quanto durerà la fase instabile

“Almeno fino a metà della prossima settimana si prevedono ulteriori acquazzoni questa volta più probabili su adriatiche e al Sud, tendenzialmente più asciutto al Nordovest. La bassa pressione infatti ci terrà compagnia a lungo e sarà dura a morire” – concludono da 3bmeteo.com.