Bombe di NY, l’afghano ricercato è stato arrestato dopo una sparatoria

FacebookPrintCondividi

Il sospetto per le bombe di New York, l‘afghano Ahamad Khan Rahami, sarebbe stato arrestato: lo riferiscono fonti investigative alla Cnn. L’arresto di Ahmad Khan Rahami sarebbe avvenuto dopo una sparatoria con la polizia. Lo riporta la Nbc. Stando alle prime informazioni fornite dalle forze dell’ordine, Rahami è stato catturato a Linden, in New Jersey. L’afghano, 28 anni,  era stato naturalizzato americano. Un identitikit dell’afghano era stato diffuso fin dalla mattinata. Il sindaco di New York De Blasio aveva avvertito che Rahami era «armato e molto pericoloso».

Colpito alla spalla destra, medicato, cosciente, Rahami è stato ripreso in immagini diffuse dai network tv americani: è su una barella mentre viene caricato su una ambulanza, ha i capelli corti e la barba, è di corporatura robusta. L’afghano è stato identificato attraverso impronte digitali riscontrate su uno degli ordigni, stando alle prime ricostruzioni. Le forze dell’ordine fanno sapere inoltre che il 28enne è stato arrestato in seguito alla segnalazione di un avvistamento.