Bomba a NY, caccia a un 28enne afghano: «È armato e pericoloso»

FacebookPrintCondividi

La polizia ha diffuso l’identikit di un uomo di 28 anni collegato alla bomba esplosa a Chelsea, a Manhattan. Il nome del ricercato è Ahmad Khan Rahami, 28 anni, afghano naturalizzato americano, ed è di Elizabeth, in New Jersey. Il sospetto di cui è stata diffusa la foto da parte degli investigatori «è armato e pericoloso»: lo ha detto il sindaco di New York, Bill de Blasio. Nel frattempo è emerso che nei frammenti della bomba esplosa a Chelsea, sono state trovate tracce di tannerite, un esplosivo composito a medio-alto potenziale formato da una miscela di parti uguali di nitrato e perclorato d’ammonio. Lo hanno reso noto fonti vicine agli investigatori. Si tratta di un esplosivo utilizzato anche a fini sportivi, come bersaglio reattivo, in quanto esplode se colpito da un proiettile che viaggia a velocità elevata. E per questo, in base ad una blanda normativa, può essere acquistato in kit per uso privato in molti negozi di articoli sportivi. E diventare una bomba. Il dipartimento della Sicurezza interna Usa ha inoltre fatto sapere che tra la bomba di New York e gli esplosivi trovati in New Jersey «c’è un collegamento». Si fa strada nelle autorità statunitensi il sospetto che la bomba e gli attentati non siano il frutto dell’azione di “cani sciolti”. Diversi funzionari di polizia temono che una cellula terroristica attiva composta da molteplici attori possa essere al lavoro nell’area di New York e New Jersey: lo riporta la Nbc News citando gli stessi ufficiali.