Finisce in ospedale una bimba di 10 mesi intossicata da cannabis

FacebookPrintCondividi

Una bambina di 10 mesi intossicata da cannabis. È successo a Bologna dove la bimba è stata ricoverata all’ospedale Maggiore del capoluogo emiliano: dagli esami a cui è stata sottoposta risulta la presenza del principio attivo della cannabis nel sangue. La notizia è stata riportata da il Resto del Carlino.

Cannabis nelle urine

Le condizioni della piccola, che non si esclude abbia ingerito la droga, inizialmente erano molto serie; ora appaiono in miglioramento. La bambina, portata all’ospedale dai familiari in uno stato catatonico, è figlia di due genitori 35enni residenti in un paese dell’Appennino, il padre con precedenti di polizia per reati di droga. Le indagini sono seguite dai Carabinieri della Compagnia di Vergato, che hanno fatto anche una perquisizione in casa della coppia. I genitori non avrebbero saputo spiegare cosa è successo. Gli investigatori lavorano su un’ipotesi di imprudenza e negligenza da parte di qualcuno vicino alla bimba. Della vicenda sono stati informati la Procura della Repubblica, la Procura e il Tribunale per i minorenni. Ora la bambina è ricoverata nel reparto di Pediatria dell’ospedale Maggiore di Bologna e i medici confermano il miglioramento delle condizioni di salute della piccola intossicata da cannabis. Secondo le ultime notizie sanitarie, alla bambina di soli 10 mesi sono state trovate  le tracce del principio attivo della cannabis nelle urine. Non si può ancora stabilire se la presenza della droga derivi da inalazione o ingestione.