Beve il liquido per pulire il wc: bimba di 13 mesi in rianimazione pediatrica

Sono molto gravi le condizioni di una bimba di un anno che ha bevuto liquido per la pulizia del wc nella casa dove vive con i genitori, una coppia di origine tunisina che abita a Modena. La piccola è ricoverata in rianimazione pediatrica al Sant’Orsola di Bologna: non sarebbe in pericolo immediato di vita, ma per almeno 2-3 giorni i medici non scioglieranno la prognosi, per il rischio che la sostanza che ha ingerito possa perforare lo stomaco o l’intestino.

 L’arrivo al Sant’Orsola di Bologna

La notizia è stata anticipata dal Corriere di Bologna. Al Sant’Orsola di Bologna la neonata, che ha 13 mesi, è arrivata sabato dal policlinico di Modena, dove i genitori l’avevano portata il giorno precedente, subito dopo l’incidente. Avevano portato anche la bottiglia dalla quale la figlia aveva bevuto: un contenitore anonimo nel quale la madre, a quanto si apprende, aveva diluito con acqua un liquido per la pulizia del water acquistato in Tunisia. Circostanza che ha reso particolarmente difficile individuare il tipo di sostanza tossica ingerito. A causa dell’indisponibilità dei laboratori di analisi dell’università, la direzione del Sant’Orsola di Bologna ha chiesto aiuto al Gabinetto della Polizia Scientifica di Bologna, i cui operatori si sono attivati immediatamente scoprendo che il liquido contenuto nella bottiglia e mescolato all’acqua non era un acido, come si poteva ipotizzare, ma una sostanza fortemente basica. Con questa informazione fondamentale, i medici hanno potuto adottare la terapia più corretta per curare la piccola. L’intera vicenda è stata segnalata anche alla Procura.