Bassa Sassonia: rivincita della Merkel. Ma AfD continua a crescere

FacebookPrintCondividi
Dopo la bruciante sconfitta subita nelle elezioni regionali di una settimana fa in Meclemburgo-Pomerania, dove si era attestata terza dietro ai Socialdemocratici e all’estrema destra di Alternative für Deutschland, la Cdu, il partito Cristiano-democratico di Angela Merkel, si è riconfermata prima forza nelle elezioni comunali che si sono svolte in Bassa Sassonia. Qui la formazione di estrema destra Afd è entrata in molti consigli, rimanendo però in media sotto la quota del 10 per cento, si legge su la Repubblica.

Bassa Sassonia: la rivincita della Merkel

 Pur perdendo due punti e mezzo rispetto al 2011, invece, la Cdu ha ottenuto il 34,4 per cento di voti, contro il 31,2 dei Socialdemocratici della Spd (in calo di quasi quattro punti rispetto all’ultimo voto locale ) e il 10,2 percento dei Verdi. Solo quarto l’Afd, con il 7,8 per cento dei consensi: il nuovo partito populista e anti-immigratì non ha quindi sfondato in questo ricco Land, dove hanno sede le fabbriche di Volkswagen. In alcuni Consigli locali il partito è riuscito a ottenere risultati a due cifre, ma il dato complessivo è inferiore a quanto stimato dai sondaggi della vigilia.

Alternative für Deutschland poco sotto il 10%

 Ad Hannover, capitale dello Stato, Spd e Verdi hanno perso la maggioranza nel consiglio comunale, anche se la Spd ha ottenuto poco più del 31 per cento, risultando il gruppo più forte. Qui la Cdu ha conquistato il 24,4 per cento dei voti, mentre l’Afd si è attestato all’8,6. In aumento il dato dell’affluenza, che ha raggiunto la quota del 55,5 per cento, superiore a quello delle amministrative di 5 anni fa.