Aosta, bambini lasciati senza cibo a mensa: «Non hanno pagato la retta»

I genitori non hanno ancora pagato la retta della mensa e quattro bambini della scuola primaria di Gignod ad Aosta sono stati lasciati a digiuno. La vicenda, riportata da alcuni media valdostani, risale al 12 settembre scorso, primo giorno dell’anno scolastico 2016-2017.

Bambini rimasti digiuni a scuola, scoppia il caso

I quattro bambini, due della classe seconda e due della quarta, sono stati fatti sedere nel refettorio e lasciati a digiuno mentre gli altri alunni consumavano regolarmente il pranzo. Al ritorno in aula, i piccoli sono stati rifocillati dalle insegnanti. Anche ad altri due bambini è stato negato il pranzo, ma i loro genitori hanno fatto in tempo ad andarli a prendere e a portarli a casa. L’appalto per il servizio di mensa scolastica nella scuola primaria di Gignod è affidato alla cooperativa Noi e gli Altri di Aosta. Un caso che ha provocato un vespaio di polemiche. «Chiunque viene in refezione è preso in carico dalla ditta che gestisce il servizio, poi in qualche modo si cerca di sanare l’iscrizione – si giustifica l’assessore comunale di Aosta Andrea Edoardo Paron – I nostri uffici avevano fornito tutta la documentazione, non si è capito chi ha dato l’ordine di non far mangiare i bambini. Mi sembra una misura un po’ rigida».