Aereo francese scarica il carburante su un’oasi naturalistica (video)

Appena decollato dall’aeroporto parigino di Orly diretto a Cayenne, nella Guyana francese, un Boeing di Air France ha avuto un problema tecnico che l’ha costretto a svuotare il serbatoio e a lasciar cadere decine di tonnellate di kerosene sull’Ile-de-France, la regione di Parigi. Il sindaco della città di Fontainebleau, la più investita, è furioso. L’aereo, partito ieri mattina – ricostruisce Le Parisien – ha svuotato il serbatoio completamente pieno mentre sorvolava la foresta di Fontainebleau ed ha fatto marcia indietro, tornando ad Orly. Un portavoce di Air France parla di “operazione secondo le procedure”, per “alleggerire l’apparecchio”. Per il sindaco della città, Frederic Valletoux (Les Republicains) è “scandaloso che sia ancora autorizzata questa procedura. La foresta di Fontainebleau – ha continuato – accoglie 10 milioni di visitatori l’anno ed è lo spazio naturale più protetto di Francia”. Il volo era appena decollato da Parigi, diretto a Cayenne, nella Guiana francese, quando ha avuto difficoltà tecniche che hanno costretto il pilota ad alleggerire il carico sulla regione dell’Ile de France, prima di un atterraggio al Charles de Gualle, a nord della capitale.”È oltraggioso che la procedura sia stata autorizzata”, ha commentato Valletoux su twitter. La foresta di Fontainebleau, che copra circa 25mila ettari di terreno a sud-ovest di Parigi, comprende oltre 300 chilometri di sentieri tracciati per passeggiate. È ora ricoperta dal cherosene eiettato dall’aereo.

La foresta di Fontainebleau è un imponente complesso boschivo di 25.000 ha, di cui 21.600 ricoperti da una fitta foresta mista. Situata nella Senna e Marna, accoglie al suo interno la città di Fontainebleau. Se tutta la superficie alberata è gestita dal demanio forestale, la foresta demaniale vera e propria ricopre 17.072 ettari, che vanno da un’altitudine di 42 m sul livello del mare ai 144 metri. Ogni anno la foresta viene percorsa a piedi da 17 milioni di visitatori. Nel 1848 la foresta fu dichiarata ufficialmente Riserva artistica, sottraendola ad un progetto di radicale disboscamento. L’iniziativa fu presa dai pittori della Scuola di Barbizonche amavano ritrarre i paesaggi suggestivi del grande complesso boschivo. Fu questo il primo atto pubblico di protezione della natura della storia.

Ecco il decollo, ripreso da un passeggero, dell’areo Air France partito domenica da Orly.