Addio Roma 2024, Raggi: “Troppe speculazioni”. Meloni: “Sei incapace”

Come annunciato da diverse settimane. E, di fatto, anche in campagna elettorale, il sindaco di Roma Virginia Raggi in conferenza stampa ha confermato il No della giunta capitolina alle Olimpiadi di Roma 2024. Lo ha fatto nel corso di una movimentata conferenza stampa, dopo avere disertato l’incontro la delegazione del Coni. La scusa ufficiale, formulata dalla prima cittadina? «Ho avuto un contrattempo e mi dispiace che il presidente del Coni, Malagò, se ne sia andato». Un’attesa di oltre 35 minuti che è stata recepita come un vero ceffone istituzionale dal numero uno dello sport italiano che, al Coni, ha indetto una conferenza stampa di contro-replica manifestando irritazione e disagio per il comportamento irrituale del Campidoglio: «Il mondo dello sport meritava rispetto».

Referendum su Roma 2024? Chi ha votato me ha votato no

Le motivazioni del no alle Olimpiadi si reggono sugli antichi slogan grillini. «Non abbiamo mai cambiato cambiato idea, non ipotechiamo il futuro di Roma. Con queste Olimpiadi ci chiedono di fare altri debiti per i romani: noi non ce la sentiamo. I soldi che si spendono sono dei romani, non ce lo dimentichiamo. Per questo diciamo no alle Olimpiadi del mattone, dei gusci vuoti. Non lo vogliamo». Bocciata anche la proposta di un referendum, sollecitata da una domanda di un cronista. «Noi siamo propositivi, abbiamo progetto ambizioso, vogliamo restituire servizi alla città, il 70 per cento romani ha già detto no a queste Olimpiadi durante il ballottaggio delle elezioni amministrative», ha replicato la Raggi escludendo una consultazione dei cittadini. Alle altre domande, quelle più tecniche, ha risposto il vicesindaco Daniele Frongia, che per l’occasione è sembrato il sindaco-ombra della Capitale, con una Raggi particolarmente imbarazzata quando è dovuta uscire dalle frasi fatte e dagli slogan.

Meloni: “Raggi è una pecora che si spaccia per leone”

«Virginia Raggi dice di non volere le “olimpiadi del mattone” ma non ha il coraggio di organizzare una candidatura che non prevede la speculazione edilizia. Dichiara il buona sostanza di essere una incapace». Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. «Il M5s poteva avere l’occasione di dimostrare cosa significa gestire con “onestà” un grande evento come le Olimpiadi che avrebbero portato soldi e risalto internazionale a Roma e all’Italia. Ci aspettavamo che il movimento cinque stelle dicesse ‘ora vi facciamo vedere come si gestisce un grande evento senza consentire sprechi e ruberie e garantendo un indotto importante». «Ma evidentemente i Grillini non sono capaci di fare la rivoluzione tanto annunciata. Per la loro politica è solo uno slogan e evitare figuracce hanno rinunciato. La Raggi è una pecora che si spaccia per leone. E a pagare è ancora una volta Roma, la città Eterna che dopo il no alle olimpiadi del pessimo Monti oggi incassa quello della codarda Raggi, scappata con la coda tra le gambe e che non avuto nemmeno il coraggio di incontrare i rappresentanti del comitato Roma 2024 e del nostro Comitato Olimpico Nazionale per dire no»”.