11 settembre 2001, il mondo cambiò. Ma oggi la paura è ancora la stessa (fotogallery)

FacebookPrintCondividi

Quindici anni. Sono passati quindici anni da quel terribile giorno che ha sconvolto il mondo. Che ha cambiato le nostre vite per sempre. Che ha azzerato il calendario della storia e piombato irreversibilmente il mondo nella paura e nell’incertezza, nel sospetto e nella diffidenza. Un lungo, interminabile giorno che sembra non finire mai e di cui – come ha scritto Mario Calabresi nel suo ricordo dell’11 settembre 2001 affidato all’edizione odierna de la Repubblica – “di cui non siamo ancora riusciti a vedere il tramonto”.

11 settembre, una giornata che non è mai finita

Oggi l’America si ferma per ricordare quel giorno, quell’11 settembre 2001. E Ground Zero, raso al suolo dai miliziani di Al Qaeda, risorto a nuova vita dalle ceneri di quell’apocalisse si presta a fare da “vetrina” per i candidati alla Casa Bianca Hillary Clinton e Donald Trump entrambi presenti alle celebrazioni, pronto a sfoggiare il nuovo volto architettonico nato dalle rovine in quel lunghissimo periodo di lavori e di progettazione cominciato nel fatidico “day after”. Come ogni anno, allora, una nazione intera si riunisce – al di là della divisione che contrappone repubblicani e democratici, che separa ceti abbienti e meno, wasp e afroamericani, per ricordare i momenti più tragici della sua storia recente. Una ferita aperta, che non smette di sanguinare da quell’11 settembre di 15 anni fa. Una ferita che ha reso l’America e il mondo intero più vulnerabili e difficile da rimarginare, anche a anni di distanza. Gli attacchi alle Torri Gemelle e al Pentagono (senza scordare l’aereo destinato sul Congresso precipitato in Pennsylvania) unirono come non mai il Paese. Quel Paese che oggi invece celebra il doloroso anniversario sempre più diviso, spaccato su temi come la lotta al terrore e la difesa della sicurezza nazionale. Complice una campagna elettorale per le presidenziali tra le più’ agguerrite che si ricordino.

Paura e insicurezza generate da terrorismo e immigrazione

“La paura del terrorismo non deve stravolgere i nostri valori”, è l’appello lanciato da Barack Obama alla vigilia delle celebrazioni. Difficile però, davvero quasi impossibile emanciparsi dalla paura di quel giorno, dal ricordo di quell’orrore che poi nel tempo si è rinnovato negli attentati di Parigi, in Turchia, Nizza. Difficile vincere l’insicurezza avvalorata quotidianamente dalla diffidenza generate da immigrazione incontrollabile e terrorismo sempre in agguato, sia che si firmi Al Qaeda, Isis, Al Nusra, Boko Haram, o qualunque sigla di sangue sigli le sue stragi. Difficile dimenticare quelle quasi 3000 vittime dell’11 settembre 2001 per rendere omaggio alle quali oggi si svolgono cerimonie in tutto il Paese, a partire da quelle al Pentagono, con la presenza di Barack e Michelle Obama, e nell’area di Ground Zero a Manhattan, dove una volta sorgevano le Twin Towers e oggi si ammirano il nuovo modernissimo World Trade Center e il Memorial dell’11 settembre. Qui ci saranno Clinton e Trump che per un giorno sospenderanno gli impegni ufficiali di campagna elettorale, dopo giorni di durissimi scontri proprio sui temi legati alla sicurezza e al terrorismo. Intanto i media si divertono a mettere a confronto la risposta data dai due candidati subito dopo la tragedia dell’11 settembre, quando Hillary era una neo senatrice eletta proprio nello stato di New York e Trump gia’ un big del real estate. Entrambi visitarono le macerie di Ground Zero, Hillary più di una volta, scattando anche numerose foto e realizzando diverse riprese che sono rimaste agli atti. Il tycoon invece, decisamente più fattivo, visitò il luogo della tragedia il 13 settembre e promise l’invio di uomini per contribuire alla ricostruzione del sito, per cui ha donato attrezzature e materiali destinati alla ricostruzione, oltre a 100.000 dollari andati per la realizzazione del moderno Memorial.

Di seguito alcuni dei tanti, tantissimi scatti, che hanno immortalato il terrore degli attacchi di Al Qaeda al World Trade Center.

 

11 settembre e  11 settembre2 2001 f11 settembre 2001 g  11 settembre 2001 h

 

11 settembre 2001 i   11 settembre 2001 lm

11 settembre 2001-a    11 settembre 2001b

 

11 settembre 2001 c   11 settembre 2001 d