Usa, Trump risale nei sondaggi: e nessun ripensamento sui clandestini

«Le cifre dei sondaggi stanno cominciando a sembrare molto buone. Sono in testa in Florida e Arizona, grande salto in Utah. Tutti i numeri salgono, risalita nazionale. Wow»: lo twitta il candidato repubblicano alla Casa Bianca Donald Trump, commentando i risultati di alcuni sondaggi (+2% su Hillary in Florida, +5% in Arizona e +15% in Utah). Intanto Nigel Farage, leader dell’anti-Ue Ukip inglese, è comparso sul palco a Jackson, in Mississippi, accanto al candidato repubblicano per la presidenza Usa Donald Trump. Un intervento, ha spiegato lo stesso Farage, «per raccontare la storia della Brexit». La notizia che il politico britannico avrebbe affiancato Trump durante l’evento di Jackson era comparsa nei giorni scorsi sui media britannici ed era rimbalzata negli Stati Uniti, dove tuttavia non aveva trovato conferma ufficiale.

Trump è stato affiancato sul palco da Nigel Farage

Nessun ripensamento intanto sugli immigrati clandestini. Il candidato repubblicano per la presidenza Usa Donald Trump respinge così le critiche secondo cui starebbe tergiversando sulla sua originaria promessa di risolvere il problema dell’immigrazione clandestina, cominciando con la deportazione delle circa 11 milioni di persone che vivono al momento illegalmente negli Stati Uniti. In un’intervista a Fox si dice infatti determinato nella ricerca di una soluzione che sia «giusta e solida». Nei giorni scorsi erano giunte dal suo staff indicazioni secondo cui sul tema Trump «si è dimostrato molto aperto, e che non è ancora deciso se vi sarà un cambiamento di rotta in materia».