Un tedesco su due dice “basta Merkel”. Decisive le prossime elezioni locali

FacebookPrintCondividi
Saranno mesi di pene, i prossimi, per Angela Merkel, si legge su “il Corriere della Sera”. La campagna elettorale per le elezioni federali dell’autunno 2017 è a tutti gli effetti iniziata. E il cuore della discussione al momento è soprattutto uno: la cancelliera si presenterà per un quarto mandato? Punterà ai 16 anni di guida del governo di Berlino? Un sondaggio pubblicato ieri dalla ßild am Sonntag indica che il 50% dei tedeschi preferirebbe che non si ripresentasse, il 42% la vorrebbe per un altro quadriennio. La risposta non verrà da una semplice ricerca sul gradimento: sarà pienamente politica e avrà una grande portata tanto in Germania quanto in Europa. Esattamente un anno fa, Frau Merkel ha messo in gioco se stessa, quando ha aperto le porte tedesche ed europee ai rifugiati dalla Siria. Si è trattato del passo più coraggioso dei suoi anni (in quel momento dieci) alla guida della Germania. Per il quale è apprezzata in buona parte dell’Occidente.

I migranti hanno minato la sua credibilità

La gestione del milione circa di profughi arrivati nel 2015 non è stata un disastro: sicuramente, però, non è stata gestita secondo un piano, soprattutto nell’autunno scorso, e ha costretto Berlino e l’Europa a un accordo fragile con la Turchia. Per questo, le critiche alla cancelliera sono forti e anche per questo è cresciuto il peso del partito anti-immigrazione Alternativa per la Germania (AfD). La signora Merkel rimane il leader politico più autorevole e più potente del Paese. Finora, si è usato dire «senza alternative». La novità di questa fine estate è che il ritornello dell’inevitabilità della sua guida è messo in discussione non solo dagli awersari degli altri partiti, non solo dai sondaggi d’opinione ma anche da alcuni settori della sua parte politica. Se Merkel darà segni di debolezza, l’alternativa verrà fuori. Molto dipenderà dai risultati di AfDIn particolare, la Csu — il partito gemello in Baviera della Cdu merkeliana — deciderà solo nei prossimi mesi se accettare di andare alle elezioni dell’anno prossimo con la stessa leader come candidata. Molto dipenderà da come andranno le elezioni locali dei prossimi mesi, a cominciare da quelle di questo settembre, nel Meclemburgo-Pomerania Anteriore domenica prossima e nella città di Berlino tra due settimane. Soprattutto nel primo caso, la AfD potrebbe raccogliere consensi vicini al 20%, e un successo del genere di un partito alla destra della CduCsu sarebbe imputato dagli avversari alle aperture di Merkel ai rifugiati.