Sisma, ad Amatrice un autista ospita nell’autobus i cittadini in fuga

FacebookPrintCondividi

Fra i tanti testimoni del sisma c’è anche un autista della Tua, il servizio di Trasporto regionale dell’Abruzzo, Giuseppe Dall’Omo, che quotidianamente, per conto del servizio pubblico abruzzese, effettua il collegamento Amatrice (Rieti)-L’Aquila. Subito dopo il sisma l’autista è sceso in strada aprendo l’autobus per dare ospitalità ad alcuni cittadini scesi in strada.

Sisma ad Amatrice, l’autista racconta la sua esperienza

«Stavo dormendo nella mia casa di Amatrice quando sono stato svegliato dal boato. In preda al panico ho cercato subito di capire quello che era accaduto – ha raccontato l’autista dopo il sisma – Mi sono vestito e sono andato verso la porta di casa che era però bloccata. Mi sono vestito appena e sono riuscito ad aprire la porta e dirigermi verso il centro del paese per capire che cosa era successo. Poi sono salito sul pullman – ha detto l’autista del servizio di trasporto  regionale dell’Abruzzo subito dopo il sisma – l’ho aperto e ho fatto salire alcune persone che erano in strada, alcune quasi svestite. Ho acceso il riscaldamento perché faceva freddo e siamo rimasti nell’autobus fino a quando non sono arrivati i primi soccorsi. Le strade – ha concluso l’autista – erano quasi tutte impraticabili».