Sisma, Accumoli è un paese fantasma: solo macerie e dolore (video)

FacebookPrintCondividi

Accumoli è un paese fantasma. L’intero centro è stato evacuato dalla Protezione civile. L’ultimo abitante è un simpatico cagnolino che non ha voluto abbandonare la casa dei padroni. I superstiti alloggiano nella tendopoli attrezzata ai piedi del paese.

Il suolo di Accumoli si è abbassato

Il suolo si è abbassato di venti centimetri in corrispondenza di Accumoli per azione del terremoto del 24 agosto. Lo indicano le prime immagini della faglia rilevate dai satelliti e rese note da Istituto Nazionale di Grofisica e Vulcanologia (Ingv), Consiglio Nazionale delle Ricerche e Dipartimento della Protezione civile. «Mi pare molto difficile che Accumoli venga ricostruita – dice una donna, pessimista – D’inverno ci sono quasi solo anziani, d’estate ci veniamo anche noi che abbiamo parte delle nostre radici qui».

«Il paese tante volte si è ritrovato in piazza accampato per un terremoto – dice la signora, che si chiama Catia Durante – come per quello dell’Aquila, tremendo. Ma stavolta è stato diverso… il peggiore degli incubi». Ricorda la scossa, «sembrava una giostra vertiginosa, mi ha colto sveglia che stavo andando a letto». Accumoli nel dramma. Calcinacci e mobili che cadevano, il buio, la polvere, i nipotini di 13 e 6 anni da salvare, come i genitori novantenni, aiutata dalla figlia che di anni ne ha 25. La fuga precipitosa dal primo piano, la salvezza in strada, scalzi. Il palazzo ha retto, si è perso solo il cagnolino scappato per lo spavento, ma intanto in una casa rimasta sotto il campanile della chiesa una famiglia di quattro persone è stata sterminata. I morti di Accumoli.