Siria, un elicottero russo abbattuto dai miliziani: portava aiuti ad Aleppo

FacebookPrintCondividi

Un elicottero russo è stato abbattuto nel nord-ovest della Siria: morti  i cinque membri dell’equipaggio. Lo riferiscono attivisti siriani nella regione di Idlib e precisano che il velivolo è stato abbattuto da miliziani armati dell’opposizione nei pressi di Saraqeb. Le fonti mostrano immagini del corpo senza vita del pilota. Subito dopo Mosca ha confermato che un elicottero russo Mi-8 è stato abbattuto in Siria, nella provincia di Idlib.

Mosca conferma l’abbattimento dell’elicottero russo

«L’1 agosto – scrive il ministero della Difesa di Mosca in una nota – un elicottero da trasporto russo Mi-8 é stato abbattuto con fuoco proveniente da terra mentre si dirigeva all’aerodromo di Hmeymim dopo aver fornito aiuti umanitari alla città di Aleppo. A bordo c’erano tre membri dell’equipaggio e due ufficiali del centro russo per la riconciliazione delle parti belligeranti in Siria. Tutte le risorse disponibili sono impiegate per scoprire cosa é successo ai militari russi». E poi il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov ha spiegato: «Quelli che si trovavano nell’elicottero sono morti. Morti eroicamente perché cercavano di allontanare il velivolo per evitare vittime a terra».