Sedicenne romano in coma, era in vacanza a Ostuni: mistero sulle cause

Un sedicenne di Roma, in vacanza con i genitori in un villaggio turistico di Ostuni, si trova ora ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Perrino di Brindisi, in prognosi riservata, per un presunto coma etilico e per traumi ed ecchimosi su tutto il corpo. Il poliziotti della questura di Brindisi, diretti dal questore Roberto Gentile, stanno in queste ore ricostruendo l’accaduto. Il ragazzo è stato trovato riverso in un vialetto della struttura. Quella scorsa era l’ultima sera da trascorrere nel villaggio per l’adolescente e per la sua famiglia, che sarebbe dovuta partire oggi.

Il sedicenne ha ferite alla testa e alla mano

Ha anche un grave trauma alla testa con una emorragia cerebrale, il sedicenne di Roma che è stato ritrovato in stato di incoscienza, alle 4 del mattino di oggi, all’ingresso di un villaggio turistico di Ostuni dove soggiornava con la sua famiglia. Il ragazzo è ricoverato nel reparto di rianimazione dove i medici stanno tenendo sotto controllo l’emorragia cerebrale. Ha riportato anche un trauma facciale e ferite a una mano. A quanto è stato accertato dai medici dell’ospedale Perrino di Brindisi, l’adolescente aveva bevuto alcolici. Non è ancora chiaro come si sia procurato le lesioni: la polizia sta ascoltando gli amici con cui si era allontanato, in serata, per una festa in spiaggia, i loro genitori e i responsabili della struttura turistica.