Schifani: «Con Salvini ci sarà l’intesa». E  lancia bordate contro Alfano

«Conosco poco Parisi ma agli azzeramenti credo poco. Berlusconi è un leader inclusivo, non penalizza i suoi collaboratori. Il problema del centrodestra poi attualmente è allargarsi, non azzerare». Renato Schifani, in una lunga intervista a Libero, spiega i motivi del suo ritorno a Forza Italia da Ncd e rilancia l’alleanza con Lega di Salvini.

Schifani parla degli errori di Alfano

«Ho lasciato il Nuovo centrodestra per una forte divergenza con Alfano sull’identità del partito e dei suoi rapporti con l’esecutivo. Io da sempre ero per una alleanza tattica e a tempo con il governo, Alfano invece ha dilatato talmente i tempi da trasformare l’alleanza in strategica e adesso non si sa neppure se tornerà indietro», afferma Schifani. Per quanto riguarda Parisi dice tra l’altro: «Apprezzo la ventata di energia che ha portato e apprezzo il modello Milano che incarna, il centrodestra per vincere deve rimanere unito».

«Credo che la chiave dell’alleanza sia sottoscrivere un programma comune e poi cercare di realizzarlo, la partita è tutta qui», aggiunge rispondendo anche alla domanda se lo seguiranno in tanti da Ncd: «Vedremo – conclude Schifani- ma io non ho fatto scouting né lanciato esche. Certo, ho lasciato un partito attraversato da un profondo malessere».