Roma, nuova protesta: la periferia dice no all’isola ecologica (video)

FacebookPrintCondividi

Il video che dà voce alle perplessità della gente, di quella gente che deve fare quotidianamente i conti con una realtà difficile e sulle cui spalle si vuole addossare un ulteriore problema, quello dell’isola ecologica. La periferia non è una discarica, chi abita alla Torraccia, a Roma, non ci sta: «La nostra non è una protesta, è una proposta, che è tutt’altra cosa. Noi non siamo contrari di per sé all’isola ecologica ma riteniamo che la location sia sbagliata perché a ridosso di un asilo nido, di una scuola d’infanzia, di una scuola elementare. Il tema è proprio questo, trovare una soluzione alternativa visto che noi che abitiamo in una zona periferica, abbiamo il solo vantaggio di ettari di terreno», ettari che rendono l’aria respirabile. Una cosa è costruire strade e abitazioni, dare all’area le strutture adeguate, cosa diversa è mettere un’isola ecologica.

La questione rifiuti continua a scatenare il dibattito. «Da alcuni giorni – ha detto Renato Brunetta – si è riaperto il dibattito per l’individuazione di una discarica di servizio che possa concorrere a risolvere la grave emergenza rifiuti che sta attanagliando la Capitale d’Italia. Entro il 30 settembre la Città Metropolitana, guidata da ormai quasi due mesi dalla sindaca Virginia Raggi, dovrà individuare il luogo dove realizzare un sito di stoccaggio. Ritengo prioritario cercare soluzioni a un problema così importante, ma nessuno pensi di far ripartire una nuova stagione di proteste, blocchi stradali e manifestazioni di piazza: i cittadini non accetterebbero mai una decisione calata dall’alto». Come appunto l’isola ecologica alla Torraccia.