Rifiuti, ristoratore multato chiede scusa e diventa testimonial (video)

FacebookPrintCondividi

Un ristoratore del centro di Bari, multato nei giorni scorsi per smaltimento errato dei rifiuti, diventa testimonial per il Comune per la raccolta differenziata (Facebook Decaro). In un video («sono qui a dimostrare che anche il ristoratore può riuscirci»), spiega dettaglio per dettaglio dove occorre gettare la plastica, il vetro e la carta senza commettere sbagli. È l’ennesimo passo dopo le scuse che lo stesso ristoratore aveva fatto sui social: «Io chiedo scusa», aveva scritto Michele Rafaschieri di In vino veritas, ai cittadini baresi e al sindaco Antonio Decaro per l’accaduto, assumendomi personalmente le responsabilità derivanti dalla condotta indescrivibile del mio collaboratore. Con la presente assicuro che quanto accaduto non avverrà mai più e da oggi il sindaco Decaro e l’amministrazione comunale avranno un altro alleato in questa battaglia».

Ecco come era stato “scoperto” il ristoratore

I rifiuti abbandonati per strada erano stati scoperti da un blitz dello stesso primo cittadino, a poche ore dalla conferenza stampa in cui il primo cittadino aveva annunciato l’inasprimento delle sanzioni per chi avrebbe abbandonato i rifiuti per strada fuori orario. Le scuse sono sembrate quasi una punizione umiliante: «Ritengo valida e costruttiva l’azione del sindaco contro coloro che vogliono sporcare la nostra città, non è giusto proporre un volto indecoroso ai baresi e ai turisti che percorrono le strade durante tutto l’anno».