Renzi: «Io, Angela e François abbiamo voglia di scrivere il futuro della Ue»

FacebookPrintCondividi

«Molti hanno pensato che dopo la Brexit che l’Ue fosse finita. Non è così: abbiamo voglia di scrivere il futuro». Matteo Renzi, a bordo della Garibaldi a Ventotene, non smentisce le previsioni della vigilia e si piega ai voleri della Germania. In conferenza stampa il premier tocca subito il discorso dei migranti. E parla in coro con Hollande e Merkel: adesso tutti vogliono più cooperazione dall’Ue.  «Ad oggi – dice Renzi – sono arrivati 102mila migranti sulle coste italiane, l’anno scorso erano 105mila al 20 di agosto. Con Angela e Francois pensiamo si possa fare di più come Ue per bloccare le partenze e aiutare chi ha davvero bisogno».

Renzi a Ventotene, Hollande: spetta all’Ue proteggersi

Sulla stessa linea Hollande: «Spetta all’Europa proteggersi ma anche accogliere chi è spinto all’esilio mettendo spesso a rischio la propria vita. Dobbiamo proteggere meglio le frontiere europee e condividere di più le informazioni di intelligence. Vogliamo anche maggior coordinamento, più mezzi e più risorse nel settore della difesa europea». E la Merkel annuncia che «la Germania ha cambiato la sua posizione. Per tanti anni siamo stati contrari all’europeizzazione di questo tema, adesso invece vogliamo più cooperazione europea». Ai cronisti tedeschi interessano soprattutto flessibilità e migrazione. «Parleremo dei migranti e del controllo delle coste – risponde Merkel – ma serve collaborazione con i Paesi vicini. La collaborazione con la Turchia è una cosa giusta, altrimenti non possiamo vincere la lotta con gli scafisti. Ma serve la collaborazione dei Paesi di provenienza dei migranti per aiutarli a casa loro».