Putin continua a volare nei sondaggi: i russi premiano i risultati del Cremlino

Un altro sondaggio incorona Putin. In Russia, nonostante gli attacchi cui è sottoposto dalla sinistra europea che ha cercato di portarlo all’isolamento, resta molto alto il livello di fiducia nei confronti del presidente Vladimir Putin, che passa al 78%, anche se si riduce la “simpatia” nei suoi confronti, che scende al 29% dal 37% della primavera dello scorso anno. È quanto emerge da un sondaggio del Levada Center condotto su 1.660 cittadini russi di 48 regioni diverse.

 I risultati di Putini soprattutto nel campo della sicurezza

Secondo lo studio, i russi adesso apprezzano i risultati ottenuti dal Cremlino nel campo della sicurezza e della diplomazia e il 14% dei cittadini si dice soddisfatto della riforma dell’esercito. Proprio in merito alla sicurezza, Putin ha dichiarato: «I recenti attacchi terroristici in diverse regioni del mondo dimostrano ancora una volta che il terrorismo può essere combattuto solo collettivamente, in base alle norme e ai principi del diritto internazionale e con la coordinazione dell’Onu». Parole queste che hanno trovato molto consenso anche nei Paesi occidentali.

Pochi i giudizi negativi, per ragioni che però non sono attribuibili all’azione di Putin. Ad esempio, nel 2004, il 24% dei rispondenti menzionava «il miglioramento della qualità della vita» tra i successi di Putin, ora, con la crisi economica, lo fa solo il 7%, anzi, il 27% considera l’aspetto “qualità della vita” un insuccesso della presidenza russa e il 19% ritiene una sconfitta la situazione economica. Se a nutrire simpatia per Putin è il 29% degli intervistati, il 31% sostiene di «non poter dire di lui niente di male», mentre il 17% dichiara di avere verso di lui un atteggiamento «neutrale».