Per Pistorius poco carcere: respinto l’appello contro la condanna a soli 6 anni

FacebookPrintCondividi

Niente da fare, Oscar Pistorius la fa franca con una condanna minima. Il giudice sudafricano Thokozile Masipa ha infatti respinto la richiesta di appello da parte della procura del Paese contro la sentenza del mese scorso (in appello) che ha stabilito solo sei anni di carcere per l’omicidio volontario della fidanzata Reeva Steenkamp. Lo riporta la Bbc online. La procura del Sudafrica aveva definito la sentenza contro Pistorius «scandalosamente troppo clemente», affermando che la pena potrebbe gettare «discredito» sul sistema giudiziario del Paese.

Pistorius, il caso non è chiuso

Ma la decisione di Masipa non mette necessariamente la parola fine al caso Pistorius, in quanto la procura ha adesso ventuno giorni per rivolgersi alla Suprema corte d’appello. I sei anni a cui è stato condannato Pistorius il 6 luglio scorso sono meno della metà del minimo della pena previsto dal Codice penale e un solo anno in più rispetto ai cinque comminati in primo grado, quando l’omicidio della notte di San Valentino del 2013, pur mai negato da Pistorius, era stato dichiarato colposo. Pistorius sconterà la metà della pena dietro le sbarre dell’infermeria del carcere di Pretoria e il resto agli arresti domiciliari. A respingere l’appello è stato lo stesso giudice Masipa che aveva emesso la sentenza di condanna a sei anni.