Nuova scossa, paura a Norcia. Chiuso il centro storico di Castelsantangelo

FacebookPrintCondividi

I vigili del fuoco hanno chiuso ogni accesso al centro storico di Castelsantangelo sul Nera, comune dell’entroterra maceratese a seguito della forte scossa 3,8 registrata alle 13,26 nella provincia di Macerata e il cui epicentro è stato registrato vicino al paese. La scossa è stata sentita in modo fortissimo in tutta l’area con conseguenti momenti di paura per gli abitanti rimasti sul luogo. A seguito della scossa una piccola porzione del campanile della chiesa di Castelluccio di Norcia è crollata. Nel momento del terremoto sul campanile erano in corso lavori per la messa in sicurezza della struttura. Gli operai sono rimasti illesi ma l’intervento è stato subito precauzionalmente sospeso per scongiurare rischi. Le opere – secondo quanto si è appreso – sono necessarie per evitare che un eventuale crollo del campanile possa danneggiare alcune abitazioni a ridosso, rimaste integre dopo il sisma. Nelle zone di Castelluccio e di Norcia, le aree umbre maggiormente colpite dal sisma, ha intanto cominciato a piovere in maniera piuttosto intensa. A Norcia la scossa ha creato panico nel centro della cittadina: le persone sono fuggite dai negozi e protezione civile e vigili del fuoco hanno avviato controlli per verificare eventuali danni.