Non è una fiction, Gomorra spara sul serio a Napoli: due morti e un ferito

FacebookPrintCondividi

Gomorra torna a sparare, in pieno centro storico a Napoli, con modalità efferate tipiche della lotta tra clan. Due pregiudicati sono stati uccisi ed un terzo ferito in un agguato avvenuto al Vico delle Nocelle, nel centro storico di Napoli. Una delle due vittime è morta all’ ospedale “Cardarelli”, dove è stata trasportata. Il ferito, non in pericolo di vita, è stato trasportato all’ ospedale “Pellegrini”. I due pregiudicati uccisi, nei pressi di via Salvator Rosa, in stile Gomorra, sono Ciro Marfè, 25 anni, e Salvatore Esposito , 32, morto al “Cardarelli”. Il ferito è Pasquale Amodio, 43 anni, ricoverato al “Pellegrini”, che non viene considerato in pericolo di vita. Secondo gli investigatori le due vittime ed il ferito sono elementi di spicco della criminalità organizzata, forse legati al clan Sequino, attivo nel Rione Sanità.

Un copione che ricorda gli agguati della fiction Gomorra

Contro i tre – secondo una prima e sommaria ricostruzione dei Carabinieri, che stanno effettuando i rilievi in Vico delle Nocelle e raccogliendo elementi – i killer avrebbero esplosi 7/8 colpi di pistola: gli assassini sono arrivati contromano in Vico Nocelle e hanno freddato i due che viaggiavano sullo stesso scooter. Il ferito, a bordo di un altro scooter è riuscito a scappare in via Salvator Rosa, ha abbandonato il mezzo ed è scappato. I killer sono fuggiti verso piazza De Leva a bordo di un scooter Yamaha T-Max. Come Gomorra, anche peggio, visto che stavolta, in pieno giorno, potevano andarci di mezzo anche poveri innocenti capitati per caso nella zona del delitto, tra il Vomero e il centro storico di Napoli. In un quadrilatero di fuoco dove i clan continuano a farsi la guerra.