Nigeria, il leader dei terroristi islamici di Boko Haram ucciso in un raid aereo

FacebookPrintCondividi

L’esercito nigeriano ha annunciato su Twitter che il leader dell’organizzazione integralista islamica Boko Haram, Abubakar Shekau, é stato ferito mortalmente oggi durante un raid aereo in cui sono stati uccisi anche numerosi comandanti del gruppo: lo riporta l’International Business Times sottolineando che la notizia non può essere verificata in modo indipendente. L’annuncio giunge un giorno dopo la notizia, diffusa dall’aeronautica militare nigeriana, dell’uccisione di circa 300 membri di Boko Haram in una serie di raid nello stato del Borno, una roccaforte del gruppo musulmano. Il quattro agosto Shekau aveva annunciato di essere ancora lui il leader dell’organizzazione e non la persona nominata il giorno precedente dall’Isis, Abu Musab al-Barnawi, già portavoce di Boko Haram. L’annuncio, arrivato con un messaggio audio, indicava una probabile rottura dallo Stato islamico. Nel settembre del 2014 anonime fonti della sicurezza avevano riferito che Shekau era rimasto ucciso nel corso di violenti combattimenti con l’esercito camerunense, ma il mese successivo il leader di Boko Haram era comparso in un video affermando di essere ancora vivo.

Boko Haram responsabile di molti rapimenti di ragazze

Intanto, pochi giorni fa, la madre di una delle studentesse nigeriane rapite dai Boko Haram più di due anni fa nella loro scuola a Chibok ha riconosciuto la figlia grazie al nuovo video postato su Twitter che ritrae una cinquantina di loro. «La ragazza nel video ha parlato nella lingua di Chibok ed ha chiamato la madre per nome», ha detto il capo della comunità che si trova nell’estremo nord-est del Paese, Pogu Bitrus, aggiungendo che «sua madre adesso ha visto il video e l’ha riconosciuta». La giovane, avvolta da un hijab ma con il volto scoperto, ha invocato aiuto spiegando che il suo gruppo non ha più acqua e cibo, che alcune di loro sono morte nei bombardamenti dell’aviazione, mentre in 40 sono state date in mogli ai militanti del gruppo jihadista. La Nigeria, come si ricorderà è divisa in due: al nord musulmano operano vari gruppi terroristi islamici, mentre il sud è cristiano e animista.