Una bomba carta esplode sotto la casa di Corona: era contro di lui?

Una bomba carta è esplosa in via De Cristoforis, a Milano, a pochi metri dall’abitazione di Fabrizio Corona che per primo ha chiamato la polizia per segnalare la forte esplosione. Secondo quanto ricostruito dagli agenti grazie al racconto di alcuni testimoni, in piena notte un uomo col volto coperto da una sciarpa ha lasciato un pacco sul marciapiede e pochi minuti dopo c’è stata la deflagrazione che ha danneggiato il vetro di una finestra al primo piano dove vive il custode dello stabile. I testimoni, inoltre, hanno raccontato di averlo visto allontanarsi in via Viganò, dove ha gettato in un cassonetto un sacchetto di plastica. Gli artificieri inviati sul posto hanno scoperto che dentro c’era un “doppio tric trac con esplosione finale” avvolto in una busta di plastica. La bomba carta è stata fatta brillare. Non si registrano feriti, non sono stati trovati biglietti con rivendicazione o riferimenti di alcun tipo.

Corona si racconta nel libro “La cattiva strada”

I riflettori sull’ex re dei paparazzi sono sempre accesi. Nello scorso mese di giugno Fabrizio Corona ha presentato il suo libro La cattiva strada (pubblicato da Mondadori). Nel libro racconta come un ragazzo di buona famiglia diventa Corona: tatuato, processato, carcerato. La cattiva strada. Conquiste e battaglie, ma anche sbagli e debolezze, senza giudizio, come se il Fabrizio di oggi fosse spettatore del Fabrizio di ieri e della sua crescita.