Meloni contro Renzi: «Il suo fallimento ci è costato 10 miliardi di euro»

Il governo arranca, chiede l’elemosina alla Merkel, non sa quale strada percorrere. «Si comincia a parlare di legge di stabilità e gli osservatori si chiedono se Renzi destinerà le risorse a favore delle imprese o dei cittadini. La certezza però è una sola: l’economia italiana è ferma, le politiche del Governo sono state un fallimento e ora ci ritroviamo con un buco di almeno dieci miliardi da trovare». Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

 Giorgia Meloni: «I fatti parlano chiaro, Renzi non è capace di governare»

«Renzi invoca così più flessibilità da parte dell’Europa, cioè la possibilità di fare altro debito per nascondere la sua incapacità di governare e per avere risorse da spendere prima del referendum di autunno. Insomma la stessa logica dei politicanti della prima repubblica che hanno devastato la nostra Nazione», incalza Giorgia Meloni. «Spendere in debito può avere senso in un quadro complessivo di investimenti a livello europeo, se fatto da un singolo Stato non ha effetti macroeconomici e serve solo a pagare le marchette decise dal Governo. È quello che Renzi ha fatto dal giorno del suo insediamento. La strada che deve seguire l’Italia è un’altra: ridurre la spesa pubblica, tagliare gli sprechi, ridurre le tasse e far così ripartire l’economia. Ma per farlo dovremmo avere un altro premier».