La ketamina contro la depressione, gli Usa “attingono” dal droga-party

FacebookPrintCondividi

Un’altra scelta destinata a creare polemiche. Non c’è solo la cannabis tra le droghe che potrebbero avere una “nuova vita” come farmaci. Negli Usa l’Fda ha designato la ketamina, un anestetico che è anche una delle droghe più sequestrate nelle discoteche, come “terapia innovativa” per la depressione maggiore, uno status che la porterà in breve tempo ad essere il primo farmaco approvato in 50 anni contro questa condizione.

La ketamina è un allucinogeno

La sostanza, un allucinogeno che a basse dosi ha un effetto analgesico e viene usato al momento come sedativo in veterinaria, è in via di approvazione per le depressioni maggiori resistenti ai trattamenti e per quelle con imminente rischio di suicidio, e lo status prevede una “corsia preferenziale” che dovrebbe velocizzare l’immissione in commercio. I risultati dei test di fase 3 sulla ketamina dovrebbero arrivare nel 2018, e se fossero positivi la richiesta di autorizzazione potrebbe arrivare lo stesso anno. «Solo negli Usa ci sono oltre 41mila suicidi ogni anno – spiega Husseini Manji, ricercatore della Janssen, l’azienda che sta sviluppando il farmaco – molti dei quali a causa di depressioni maggiori non trattate». Diversi studi hanno confermato l’efficacia della sostanza per diversi problemi psicologici, compreso il disturbo da stress post traumatico. «Quello che è unico della ketamina – spiega alla Cnn Dan Iosifescu, neuropsichiatra della Icahn School of Medicine at Mount Sinai – è che fa avvenire in poche ore o pochi giorni quello che gli altri farmaci per la depressione fanno succedere in settimane o mesi».