Isis: nella banca dati del Belgio, su 614 foreign fighter 104 sono donne

Sono 614 i foreign fighter registrati nella nuova banca dati belga, 104 di questi sono donne. Circa la metà delle persone recensite sono belgi, di questi più della metà sono di origine marocchina. In tutto, nel database belga, figurano combattenti di altre 22 nazionalità.

Le cifre sui foreign fighter sono significative

I dati sui foreign fighter sono preoccupanti. I marocchini sono 39; i russi sono 25; i francesi 16; e gli algerini 13. Lo riporta il periodico belga Knack che spiega di aver avuto accesso alla banca dati. Uno su sei ha una ventina d’anni. Il più giovane ha appena quindici anni, mentre il più anziano ne ha addirittura settanta. Circa 24 foreign fighter sono stati implicati in attentati. Due persone su tre sono probabilmente in Siria o in Iraq (266), 114 sono probabilmente tornati, e 73 hanno verosimilmente cercato di partire. Sui 614 foreign fighter, 109 sono morti nel frattempo, ma i loro nomi non sono stati cancellati dalla lista poiché il loro decesso non è stato ancora constatato ufficialmente. Il primo belga ad essere partito è stato Nabil Kasmi, partito definitivamente per la regione nel 2012. Nel 2012 circa una dozzina di persone al mese hanno cercato di partire, così com’ è avvenuto l’anno successivo. Nel 2014 sono stati undici al mese, e sei ancora l’anno passato. Quest’anno non è ancora partito nessuno.