I restauratori pronti a lavorare gratis per ricostruire i centri storici distrutti

Pronti a lavorare gratuitamente per il recupero del patrimonio artistico. E’ l’offerta dell’organizzazione Restauratori Alta Formazione, che esprime solidarietà alle popolazione colpite dal terremoto e offre il suo supporto alle istituzioni per messa in sicurezza dei beni danneggiati dal sisma. «Attraverso le proprie competenze – scrive il presidente dell’associazione Laura Lucioli – Ora e i suoi esperti formati nelle Scuole di Alta Formazione del restauro del ministero di beni culturali (Istituto centrale per il restauro, opificio pietre dure, scuola per il restauro del mosaico di Ravenna e istituto centrale per la conservazione del patrimonio archivistico e librario”) assicurano il proprio supporto gratuito in aiuto e a sostegno dei comuni danneggiati dal sisma, alla protezione civile, alle soprintendenze statali del Mibact e si mettono in prima linea per il recupero, messa in sicurezza e catalogazione del patrimonio storico artistico ed etnoantropologico, delle superfici storiche decorate del patrimonio architettonico e del patrimonio archeologico sottoposti alle disposizioni di tutela di beni culturali». L’associazione ricorda che negli anni ’90 “fu proprio una delle S.a.f. del Mibact a mettere a punto lo studio sulla protezione del patrimonio monumentale dal rischio sismico attraverso la redazione del progetto Sistema informativo territoriale della carta del rischio del patrimonio monumentale. Molti professionisti soci di Ora hanno partecipato alle campagne di acquisizione dati dislocati nel territorio italiano ed oggi questo utilissimo strumento di supporto, in questa triste occasione, potrà guidare gli stessi complessi interventi di recupero».