Hamburger, patatine e McDonald’s, ecco le passioni culinarie di Trump

FacebookPrintCondividi

Un aficionado dei fast food. Incurante delle tendenze in atto per un’alimentazione sana e dell’ossessione per il biologico, Donald Trump è “diverso” anche sotto il profilo alimentare, preferendo rispetto ad altri candidati e presidenti patatine e hamburger. Una prelibatezza che, non esclude, potrebbe essere offerta anche al posto delle cene di stato, per risparmiare tempo e tagliare i costi. Se Barack Obama è talmente disciplinato a tavola da essere preso in giro dalla First lady Michelle per le sette mandorle salate che mangia prima di andare a letto e George W. Bush era un malato dell’esercizio fisico, Trump eè un amante di hamburger e patatine. E non lo ha mai nascosto, postando sui social media foto con pollo fritto e hamburger.

Trump ama i fast food

L’unico suo precursore è stato l’ex presidente Bill Clinton, popolare per finire le sue corse da McDonald’s. Una delle sue passioni di Trump è proprio McDonald. «I big Mac sono fantastici» ha detto in una recente intervista. La passione di Trump per i fast food è alimentata da diversi fattori, quali la rapidità, l’efficienza e soprattutto la pulizia. Preoccupato per i germi, Trump apprezza i fast food per la promessa di pulizia. «Un hamburger cattivo e McDonald’s può essere distrutto – ha detto Trump – Mi piace la pulizia e ritengo che sia meglio scommettere su un fast food che su un altro posto in cui non si ha idea da dove arrivi il cibo». I gusti alimentari di Trump tengono sulle spine anche lo staff della sua campagna che non solo deve preoccuparsi dei suoi discorsi ma anche di trovarsi il piu’ vicino possibile a un fast food. «Non c’è mai un piano per il cibo – affermano dalla sua campagna – Dipende da cosa vuole, che è spesso McDonald’s».