«Che Guevara? Un assassino, non deve stare sulle magliette dei turchi»

FacebookPrintCondividi

Che Guevara? «Un assassino e un bandito» che non dovrebbe apparire sulle magliette indossate dai giovani turchi. Stanno ovviamente suscitando una bufera di reazioni sui social network le parole dello speaker del Parlamento di Ankara, Ismail Kahraman, pronunciate durante un discorso a Rize, sul mar Nero. Sostenendo che l’immagine del Che «non può e non deve essere sul petto dei miei studenti liceali», il politico del partito Akp del presidente Recep Tayyip Erdogan ha anche invitato i giovani a studiare e apprezzare piuttosto la figura di Fatih, il conquistatore di Costantinopoli, che «tutto il mondo conosce e la Turchia no».

Bufera per le dichiarazioni su Che Guevara

Lo speaker della parlamento turco Kahraman non è nuovo a dichiarazioni polemiche. Nei mesi scorsi, fece scalpore la sua proposta di «eliminare» il principio di laicità dalla Costituzione turca, auspicando che diventi una «Costituzione religiosa islamica». Parole che avevano suscitato una rivolta anche in Parlamento, spingendo lo speaker a precisare di aver «espresso solo la sua opinione personale». Probabilmente sarà così anche questa volta. E sarebbe interessanta anche sapere cosa ne pensi Erdogano sull’argomento.