Genova, preso l’albanese che aveva ridotto in fin di vita un uomo (video)

Un altro fatto di cronaca che aveva creato sconcerto e rabbia e che ora sembra finalmente che sia giunta a termine con il colpevole finito in galera, come mostra il video. La Polizia di Stato di Genova ha infatti arrestato l’uomo che nella notte del 10 giugno scorso aveva ridotto in fin di vita un ventinovenne albanese colpendolo ripetutamente alla testa con un’accetta e un bastone. L’uomo, grazie alle indagini del personale della Squadra Mobile, è stato identificato per un 41enne incensurato, operaio edile, residente a Genova, anch’egli di origine albanese come la sua vittima e in regola con le norme sul soggiorno.

L’albanese ha lasciato la vittima agonizzante per strada

L’albanese si trovava, quella notte, presso un locale notturno del quartiere Dinegro dove ha incontrato per caso la vittima dell’aggressione. Poco tempo dopo, tra i due è nato un diverbio per futili motivi. La lite, in un primo momento solo verbale, è proseguita poi fuori dal locale assumendo toni decisamente più violenti al punto che l’arrestato ha estratto dalla propria vettura un’accetta e un bastone, attrezzi di cui aveva la disponibilità verosimilmente per lavoro, usandoli entrambi per colpire più volte il connazionale albanese, provocandogli plurime ferite da taglio al capo, con frattura della teca cranica, e lasciandolo agonizzante in strada.