Francia, accoltellato un ebreo ortodosso al grido di “Allah Akbar”

Ancora paura in Francia. Un ebreo ortodosso è stato accoltellato per strada a Strasburgo, nell’est della Francia, da un uomo che gridava “Allah Akbar”. Lo riferiscono i media francesi, precisando che l’uomo è ferito non gravemente. L’aggressore è stato arrestato dalla polizia. Ma ancora una volta si cerca di attenuare la portata dell’aggressione dicendo che l’aggressore è noto per “precedenti psichiatrici”. L’ebreo colpito, secondo i primi elementi raccolti dagli inquirenti francesi, era seduto a un tavolino fuori da un caffè quanto è stato aggredito. L’aggressore gli ha provocato una ferita superficiale al petto. Le indagini restano al momento assegnate alla procura locale, perché in base alle verifiche finora condotte il fatto non è stato ritenuto di natura terroristica. Ma la tensione in Francia resta alta.

Francia, accoltellato un ebreo: il precedente

Non è la prima volta che in Francia alcuni simpatizzanti dell’Isis accoltellano un ebreo. Lo scorso anno in tre avevano accoltellato un professore di storia di una scuola ebraica di Marsiglia. Il professore era stato avvicinato dai tre che gli avevano esibito una t-shirt con simboli dell’Isis, poi gli avevano mostrato l’immagine del killer di Tolosa, Mohamed Merah, sullo schermo del cellulare. Lo avevano poi pesantemente insultato e infine lo avevano accoltellato.