Rio azzurra, arriva un altro oro nel tiro a segno con Niccolò Campriani

FacebookPrintCondividi

Niccolò Campriani ha vinto la medaglia d’oro nel tiro a segno maschile da distanza 10m. Dopo un inizio in cui ha sciolto la tensione, il toscano si è confermato la solita “macchina da guerra” infilando quattro serie da più di 105 punti netti per poi battere in finale l’ucraino Kulish dopo un duello all’ultimo colpo. È la teza medaglia d’oro per gli azzurri alle Olimpiadi di Rio, dopo quella di Basile nel judo e Garozzo nel fioretto, l’ottava in tutto (3 ori, 3 argenti e 2 bronzi) che la posizionano momentaneamente al secondo posto dietro solo agli Usa. Per il campione fiorentino, che aveva già ottenuto la medaglia d’argento a Londra 2012, è il secondo alloro olimpico dopo il titolo conquistato ai Giochi londinesi nella tre posizioni 50 metri. «È successo di tutto in questi 4 anni, ha spiegato dopo la vittoria, ho fatto fatica ad adattarmi il cambio regole ma oggi sono contentissimo. Questa è la prima medaglia d’oro con le nuove regole. Ho odiato questo sport ma oggi sono felice. Rispetto a Londra sono in pace con me stesso, ha aggiunto. Ora ho ancora due gare ma la mia priorità ora è stare vicino a Petra che ha un’altra gara l’11», ha dichiarato Campriani.

Non solo Campriani, nel nuoto parte bene Federica Pellegrini

Un’altra fuoriclasse italiana, Federica Pellegrini, ha intanto vinto la sua batteria e si è qualificata per la semifinale dei 200 stile libero ai Giochi Olimpici di Rio 2016. La portabandiera azzurra ha realizzato il tempo di 1’56”37, il quinto assoluto. Il crono migliore lo ha fatto segnare la statunitense Katie Ledecky in 1’55”01.