Ergastolo per il terrorista somalo che ferì un uomo nella subway di Londra

È stato condannato all’ergastolo, con la possibilità di ottenere la libertà condizionata non prima di 8 anni e mezzo, Muhaydin Mire, il 29enne terrorista d’origine somala protagonista dell’aggressione lo scorso dicembre nella stazione della metropolitana di Londra di Leytonstone in cui ferì gravemente alla gola con un coltello il 56enne musicista Lyle Zimmerman. Ne dà notizia la Bbc, secondo cui il giudice non solo ha riconosciuto i problemi mentali dell’assalitore, che soffre di una grave forma di schizofrenia, ma anche il movente terroristico in quanto si era ispirato nel compiere la sua aggressione con tentato omicidio a materiale propagandistico dell’Isis. Mire continuerà ad essere tenuto sotto custodia nell’ospedale psichiatrico criminale di Broadmoor, a ovest di Londra, e nel caso migliorino le sue condizioni mentali trasferito in un carcere per scontare il resto della pena.