Emergenza incendi a Roma: fiamme a Monte Mario, evacuazioni in corso

Sarebbe un’area tra i 30 e i 50 ettari quella interessata nella Capitale dall’incendio all’interno del Parco Regionale del Pineto in zona Monte Mario. Lo afferma, in una nota, il comando Provinciale di Roma del Corpo Forestale dello stato spiegando che le fiamme si sono propagate in un bosco, in un canneto e in terreni incolti. Via Damiano Chiesa è stata chiusa al traffico e si trova non lontano dal Policlinico Gemelli, dove risulta minacciata la Casa di Cura Roma 3. Attualmente stanno operando due elicotteri ed un Canadair e altri tre elicotteri sono in arrivo. Le fiamme più esterne del fronte che procede verso il Policlinico Gemelli e Forte Braschi – spiegano – sono sotto controllo ma il forte vento potrebbe incrementarle di nuovo. La parte interna dell’incendio è ancora attiva. Altri incendi hanno interessato anche le province di Latina, Frosinone e Viterbo: a Marcellina, in provincia di Roma, sta operando un Eagle del Corpo forestale dello Stato dalla base di Vicovaro. L’incendio è di probabile origine dolosa. Presente sul posto anche una squadra del Nucleo Investigativo Antincendio Boschivo, che sta eseguendo le indagini volte ad accertare eventuali responsabilità. Nel Lazio dal 1° gennaio 2016 si sono verificati 388 incendi boschivi.

A Monte Mario l’incendio si avvicina al Gemelli

Da ieri pomeriggio e per tutta la notte i Vigili del Fuoco del Comando di Roma sono stati impegnati sul territorio comunale e provinciale per numerosi incendi di sterpaglie dalla Magliana, a Civitavecchia finendo al Trullo. L’intervento per l’incendio di sterpaglie divampato ieri alle 17 in via della Magliana 856, che ha coinvolto un centro di demolizione per auto, minacciato strutture sanitarie, attività commerciali e il canile comunale, ha visto impegnati 30 vigili del Fuoco, con otto automezzi, fino alle 2 di notte. Durante le operazioni di spegnimento è stata necessaria la chiusura della linea ferroviaria Roma-Fiumicino. Anche i vigili urbani, che si sono occupati della chiusura di via della Magliana da Via Luigi Candoni a via Alessandro Marchetti convogliando il traffico veicolare e pedonale su percorsi alternativi, ha lavorato fino a tarda notte, controllando anche il canile comunale della Muratella fortunatamente risparmiato dall’incendio, scongiurando la necessità di una eventuale evacuazione degli animali. Sempre ieri, alle 19:20, un grosso incendio su 30 ettari di terreno tra sterpaglie e macchia mediterranea si è sviluppato nel Comune di Civitavecchia; l’intervento, compiuto con dieci mezzi e 40 vigili del fuoco, si è concluso all’alba. Le fiamme, alte e violente, hanno lambito abitazioni civili e attività commerciali. I Vigili del Fuoco hanno provveduto anche all’evacuazione di una pizzeria all’interno di uno sporting club, dove era in corso una festa per bambini. Durante le operazioni di spegnimento sono rimasti leggermente intossicati due vigili del fuoco, medicati in ospedale. Altri due incendi si sono verificati sempre a Civitavecchia, uno in zona Santa Lucia con due ettari di sterpi bruciati e l’altro a ridosso della stazione ferroviaria. Alle 21 nel comune di Santa Marinella, in via Giacomo Leopardi si è verificato un incendio all’interno di una villa con annesso garage, rimasta in parte distrutta. Alle 02:50 della scorsa notte un altro incendio di grosse dimensioni sempre di sterpaglie, si è sviluppato in via del Tempio di Dia nel Comune di Roma, nella zona del Trullo.