Da FI alla Lega e al M5S: «Errani serve solo a risolvere i problemi nel Pd»

Tutta l’opposizione invoca unità di intenti per affrontare l’emergenza e la ricostruzione dopo il sisma che ha distrutto interi paesi. Le immagini delle macerie, il dolore, le lacrime di chi ha perduto tutto, dalla casa ai familiari, non passano sotto silenzio.Ma occorre anche che si lascino in un angolo gli interessi di parte, un fattore che invece il Pd sembra non considerare, visto che è partito con il piede sbagliato, la scelta di Errani commissario che ha finito per dividere.

Gasparri: Renzi agisce per risolvere i problemi interni al Pd

«Renzi dà l’impressione di voler risolvere problemi interni legati al Pd e di non tenere in considerazione gli esiti negativi della ricostruzione in Emilia nella fase in cui Errani era presidente della Regione», afferma in una nota Maurizio Gasparri sottolineando che «bisogna privilegiare la coesione per affrontare l’emergenza, non le logiche di partito».

Salvini: Tronca ha già dimostrato le sue capacità, Errani no

La Lega è pronta a collaborare con governo e maggioranza per affrontare insieme l’emergenza post terremoto. Alla vigilia del Consiglio dei ministri, Matteo Salvini propone di nome del prefetto Francesco Paolo Tronca come commissario per la ricostruzione, al posto di Vasco Errani. «Con spirito costruttivo e con massimo rispetto per il dolore di centinaia di famiglie che hanno perso i propri cari – dice il leader della Lega in una dichiarazione – siamo pronti a sostenere Tronca nel ruolo di commissario per la ricostruzione. Il prefetto ha già dimostrato di essere in grado di gestire con successo situazioni difficili e delicate in numerose città tra cui Milano e Roma. Siamo certi che sarebbe in grado di svolgere un ottimo lavoro anche nelle zone del centro Italia colpite dal terremoto», conclude Salvini.

Anche i Cinquestelle contro Errani

«Mi lascia sgomento un presidente del Consiglio che poche ore fa ha guardato negli occhi i sopravvissuti dell’ennesimo terremoto e adesso pensa di sfruttare la tragedia per ricucire il Pd affidando l’incarico di commissario per la ricostruzione a Vasco Errani. Gestisce un’emergenza con le logiche del congresso di partito», scrive, su Facebook Luigi Di Maio, membro del direttorio M5S. «Vasco Errani non può essere il commissario al terremoto del Centro Italia. Ora serve un profilo al di fuori del sistema dei partiti», aggiunge.