Continua lo shopping del Qatar: “suo” anche l’Empire State Building

FacebookPrintCondividi

Continua lo shopping del Qatar. Dopo l’acquisto pezzo a pezzo di Londra ora l’attenzione degli emiri del Qatar si concentra a New York. Il fondo sovrano del Qatar ha comprato circa il dieci per cento della società che possiede l’Empire State Building, uno degli edifici simbolo di New York. La Qatar Investment Authority ha pagato 622 milioni di dollari per acquistare il 9,9% dell’Empire State Realty, rende noto lo stesso fondo in un comunicato. Nello specifico, il fondo ha comprato 29,6 milioni di azioni di nuova emissione a 21 dollari l’uno. L’Empire State Building è un grattacielo in stile art déco di New York, situato nel quartiere Midtown del distretto di Manhattan, all’angolo tra la Fifth Avenue e la West 34th Street. Divenuto uno dei maggiori simboli della città, con i suoi 443 metri di altezza è stato il grattacielo più alto del mondo fra il 1931 e il 1967 quando fu superato dalle Torri Gemelle, per poi riassumere il primato cittadino dopo gli attentati dell’11 settembre 2001 e tornare al secondo posto nel 2014 con l’inaugurazione del One World Trade Center.

Gli acquisti del Qatar a Manhattan

Il Qatar ha puntato più di cinque miliardi di dollari sul mercato immobiliare di Manhattan negli ultimi due anni, secondo i dati pubblicati da Real Capital Analytics. La maggior parte di tale somma è stata investita nello sviluppo della parte occidentale di Manhattan da parte di Brookfield Property Partners che sta costruendo due torri per uffici e un condominio. Il fondo sovrano del Qatar è stato istituito nel 2005 per gestire i profitti del petrolio e del gas del Paese e oggi ha un patrimonio di diversi miliardi di dollari. Recentemente ha aumentato le sue partecipazioni in imprese occidentali, tra cui Volkswagen, oltre a rilevare i magazzini Harrods a Londra.