Canada, poliziotte con hjiab a cavallo «per avere più agenti musulmani»

Una decisione che già fa discutere. Le donne della Regia polizia a cavallo canadese, la Royal Canadian Mounted Police (Rcmp), conosciuta in tutto il mondo come “Mounties”, potranno indossare l’hijab, abbandonando così la tradizionale giacca rossa ed il cappello a falde larghe che contraddistinguono la forza dal lontano 1872.

I nuovi agenti: donne e hjiab a cavallo

La decisione, ha spiegato il portavoce del governo Scott Bardsley, riflette la diversità nelle comunità del Paese ma anche la volontà di attrarre un maggior numero di agenti musulmani. Secondo statistiche recenti, le donne costituiscono fino a circa un quinto della Rcmp ma non è chiaro ancora quante di loro indosseranno la nuova divisa. Secondo il quotidiano di Montreal La Presse, tre tipi di hijab sono stati provati prima di scegliere il modello ritenuto più adatto per la polizia a cavallo. Il giornale scrive inoltre che l’hijab può essere rimosso velocemente all’occorrenza e non risulta di ingombro per le agenti. In Canada agenti della comunità Sikh possono indossare il turbante dal 1990 e già due altre forze di polizia nel Paese, quelle di Toronto ed Edmonton, offrono l’opzione dell’hijab. Politiche simili, ha detto Bardsley, sono state adottate dalla polizia di Svezia, Norvegia, Londra e da forze dell’ordine in alcuni stati americani.