Calderoli attacca la Boldrini: «Non dici nulla sulle atlete egiziane “coperte”?»

FacebookPrintCondividi

Roberto Calderoli contro il silenzio della presidente della Camera. Da una parte le atlete tedesche in bikini, oltre la rete le giocatrici egiziane con braccia e gambe coperte. Una delle due, Doaa Elghobashy, ha deciso di indossare anche l’hijab (il velo). Un incontro sportivo ma anche di culture e sensibilità differenti. «La gara olimpica tra la nazionale di beach volley tedesca e quella egiziana ha visto in campo due culture, due mondi differenti e completamente inconciliabili tra loro. In quello musulmano le atlete sono obbligate a coprirsi il corpo e la testa, e questa barbarie risulta ancora più evidente in quegli sport nei quali le avversarie possono invece vestirsi in modo più adeguato alle esigenze della situazione», le parole di  Calderoli, senatore della Lega Nord.

Calderoli: quelle immagini significano tanto…

«Mi chiedo – prosegue – come abbiano fatto le povere atlete egiziane a giocare così bardate, sotto il caldo sole brasiliano, ma mi chiedo ancora di più dove fossero le nostre femministe, le donne di sinistra che hanno tanto a cuore i diritti e le conquiste sociali del gentil sesso. L’immagine delle due atlete sotto rete simboleggia lo scontro tra civiltà occidentale e Medioevo islamico: come mai le Boldrini non dicono niente su queste sportive, obbligate a bardarsi come mummie per obbedire ai dettami dell’oscurantismo islamista?».