Bufera su Valls: «Marianne, simbolo francese, a seno nudo perché libera»

Nuove polemiche sul burkini in Francia, dopo una frase del primo ministro Manuel Valls secondo il quale «Marianne, il simbolo della Repubblica, ha il seno nudo perché lei nutre il popolo, non è velata perché è libera. La Repubblica è questo».

Marianne e il seno nudo

Il seno nudo contro il nuovo totalitarismo islamico, è questa la tesi che ha fatto scoppiare le polemiche. Parlando a Colomiers, nella regione dell’Alta Garonna (sud), Valls ha ribadito la fedeltà della Francia alla «libertà» delle donne contro l’estremismo islamico che bisogna «combattere e abbattere» cambiando la «nostra cultura della sicurezza». Le reazioni non si sono fatte attendere. Cecile Duflot, ecologista, ha affermato che Valls «avrebbe fatto meglio a rimanere alle parole scritte del suo discorso perché quando si lancia in digressioni finisce per inciampare». E ha postato su Twitter immagini della Marianne interpretata alcuni anni fa da donne di banlieue. Benoit Hamon, socialista dissidente dal governo e candidato alle primarie interne, accusa Valls di aver «molto contribuito a dividere il paese quest’estate». Per Jean-Luc Melenchon (Front de gauche) «non c’è bisogno di essere nudi per essere Marianne».

Condannare il burkini, aveva precedentemente detto Valls, «non mette in dubbio in alcun modo la questione della libertà individuale», ma condanna «l’islamismo fatale e retrogrado». Il burkini, aveva poi osservato, «è l’affermazione dell’Islam politico nei luoghi pubblici».