Bambino di 8 anni muore dissanguato dopo aver urtato una portafinestra

FacebookPrintCondividi

Un bimbo di 8 anni è morto dissanguato a Bologna dopo essersi ferito alla gamba destra, urtando accidentalmente il vetro di una portafinestra che si è rotto. L’incidente nel pomeriggio in un appartamento al terzo piano di un condominio di edilizia popolare in via Benini, zona S.Donato. Il piccolo, Alessandro D.R., nato a Bologna da madre capoverdiana e padre sudanese, a quanto pare era in casa solo, madre e sorella 24enne erano uscite a fare la spesa. Le due donne erano andate in un supermercato vicino. Con lui c’era il nipotino di 3 anni (figlio della sorella). Dai primi accertamenti si sarebbe trattato senza dubbio di una disgrazia: il vetro che si è rotto gli avrebbe reciso una arteria, causando l’emorragia. A scoprire quello che era successo è stata la mamma, al rientro a casa; è stata colta da malore e accompagnata in ospedale. Sul posto la polizia e il Pm di turno Antonello Gustapane.

La tragedia di Bologna ricorda molto da vicino quella verificatasi in Calabria il mese scorso: un bambino, anch’egli di otto anni, morì dopo essere andato a sbattere contro una vetrata mentre giocava a pallone. Uno dei frammenti lo aveva colpito a una gamba recidendogli l’arteria femorale. Il fatto era accaduto a Guardia Piemontese, in provincia di Cosenza. Il piccolo stava giocando a pallone sotto la propria abitazione. Il bimbo è stato soccorso e portato in elicottero nell’ospedale Annunziata di Cosenza, dove purtroppo era deceduto.