Amatrice di notte, le riprese con il drone tra le macerie al buio (video)

FacebookPrintCondividi

Il video delle riprese con il drone tra le macerie ad Amatrice, immagini che rendono ancora più evidente quanta devastazione ci sia stata. Durante la notte la terra ha continuato a tremare fra Lazio, Umbria e Marche, con un centinaio di repliche a partire dalla mezzanotte, che hanno portato il numero complessivo a più di 300, secondo un’evoluzione che rientra nella norma. La sera ad Amatrice sono continuate le ricerche tra le macerie di numerosi edifici del centro storico, macerie che sono state – come si vede nel video – riprese anche dal drone.

Il drone tra le macerie e il buio

Con il passare delle e l’abbassarsi brusco della temperatura sono però diminuite le possibilità di trovare persone ancora vive. Vigili del fuoco, speleologi e volontari della Protezione civile hanno dato manforte alle ruspe, illuminate a fatica dalle torce. Il buio era quasi assoluto, come si vede dalle riprese del drone. Qualche momento di nervosismo nei confronti della stampa, anche internazionale, presente in massa e che rischia di intralciare le operazioni. Il tutto nel pericolo di nuove scosse e di crolli improvvisi dei palazzi lesionati o semidistrutti. Di tanto in tanto i soccorritori hanno chiesto silenzio assoluto per cercare di percepire eventuali voci dalle macerie, sulle quali venivano impiegati strumenti che rilevavano il calore corporeo o il battito cardiaco. Fondamentali però i cani da ricerca per segnalare possibili sopravvissuti e dove cercare.