Amatrice, la disperazione dei parenti delle vittime. Ecco il video

FacebookPrintCondividi

Un video di per sé significativo, che fotografa la disperazione dei parenti delle vittime del sisma. Amatrice piange i suoi morti, un paese distrutto, le macerie. «Mio cognato ha perso la moglie e un figlio, adesso sta su dai preti», racconta commosso un uomo. «È all’obitorio, dove andrà sicuramente mio fratello con mia moglie». Cadendo – aggiunge – «la palazzina si è girata su se stessa e il solaio si è messo di traverso… loro stavano dall’altra parte…».

Ad Amatrice c’è disperazione e paura

Parole che esprimono tutta la disperazione che la gente di Amatrice sente dentro, spesso evitando pure di parlarne. Quelle macerie sono una ferita che non si rimarginerà mai. La paura continua, specie dopo la nuova forte scossa che si è verificata perché nella zona della palestra, vicino ai compound della Protezione Civile, sono state viste uscire delle persone con delle buste in mano in un palazzo vicino a dove si è verificato un crollo. L’ultima ad uscire una signora, che aveva appena recuperato alcuni oggetti, che ha tranquillizzato chi accorreva dicendo: «Sono l’ultima». Ma il palazzo dal quale usciva la signora non era quello dove si sono verificati i crolli. La terra intanto continua a sussultare in continuazione, con un tremolio evidente.