Accoltella 7 persone a Londra: anche stavolta il killer definito “squilibrato”

FacebookPrintCondividi

È stato dimesso dall’ospedale e preso in custodia dalla polizia che gli ha formalizzato l’accusa di omicidio il 19enne che mercoledì notte ha accoltellato sei persone a Russell Square, in pieno centro di Londra, uccidendone una. Lo ha detto un portavoce di Scotland Yard senza dare dettagli sull’identità del giovane. «Continuiamo a concentrare la nostra linea d’indagine sulla salute mentale» dell’arrestato, (versione adottata dalle polizie europee per tutti gli ultimi attentatori) ha aggiunto, precisando che restano peraltro aperte le piste «sul movente».

Nel centro di Londra ha ucciso una persona e ne ha ferite 6

La polizia britannica ha poi riferito qualche altro dettaglio sulla dinamica dell’attacco. Le prime segnalazioni su un giovane armato con coltello che stava prendendo di mira passanti, urlando, nella zona di Russell Square, sono arrivate verso le 22,30 locali (le 23,30 in Italia), ha sottolineato il portavoce, precisando che i primi agenti hanno raggiunto la zona nel giro di 5 minuti, ma che le telefonate di allarme sono proseguite fin verso le 23 locali dall’area di Russell Square come dalle adiacenti Montague Street, Bloomsbury Square e Great Russell Street, mentre l’aggressore veniva individuato e fermato. Intanto la zona resta presidiata anche stamattina e la circolazione stradale e’ deviata da una delle vie che conducono verso la piazza teatro dei fatti.