Trump sorpassa Hillary nei sondaggi. Anche il fratello di Obama tifa per lui

Donald Trump supera per la prima volta la rivale Hillary Clinton nei sondaggi: secondo una nuova rilevazione della CNN/ORC, il candidato repubblicano è adesso al 48% contro il 45% della sua rivale democratica. Il sondaggio arriva in concomitanza con un momento di grande difficoltà per il partito della Clinton. Alla vigilia della convention di Filadelfia, la fuga delle email del partito democratico ha messo in evidenza favoritismi dei vertici per Hillary a danno di Bernie Sanders, riaprendo lo strappo fra i due ex rivali. Il senatore del Vermont senza mezzi termini parla di comportamento “indecente” da parte del partito ha chiesto e ottenuto la testa della numero uno del Democratic National Committee, Debbie Wasserman Schultz, costretta alle dimissioni. La buona notizia per la candidata democratica alla Casa bianca arriva invece da Michael Bloomberg: il tre volte sindaco di New York appoggerà ufficialmente la Clinton intervenendo dal palco del Wells Fargo Center, dove si apre la kermesse democratica. La notizia dell’endorsement di Bloomberg non era così scontata, visto che l’ex sindaco di New York non è più un membro del partito democratico dal 2000, essendo stato eletto nel 2002 sindaco della Grande Mela nelle fila dei repubblicani. In seguito divenne indipendente. Bloomberg interverrà in prima serata alla convention di Filadelfia mercoledì, lo stesso giorno di Barack Obama e Joe Biden. Un trattamento d’onore ed inusuale – sottolinea il New York Times – per una persona che non appartiene al partito.

Malik Obama: “Sono deluso da Barack, Trump parla alla gente”

In queste ore è arrivato un altro endorsement a sorpresa, stavolta per Trump: a sostenerlo nella sua corsa alla Casa Bianca è niente meno che Malik Obama, (nella foto alla Casa Bianca con Barack) il “‘fratellastro” del presidente degli Stati Uniti Barack Obama. «Mi piace Donald Trump perché parla al cuore della gente, mentre sono profondamente deluso da Barack», spiega Malik al New York Post. Il tycoon commenta subito su Twitter: «Il fratello del presidente Obama ha appena annunciato che votera’ per me. E’ stato probabilmente trattato male dal presidente come ogni altra persona in questo Paese».