Theresa May imbarca nel governo due altri pro-Brexit (video)

FacebookPrintCondividi

Theresa May imbarca nel nuovo governo britannico due altri esponenti filo-Brexit di punta: la sua ex rivale per la guida dei Tories, Andrea Leadsom, convocata a Downing Street e destinata a rafforzare la già nutrita pattuglia femminile della compagine con la nomina a ministra dell’Ambiente e dell’Agricoltura, nonché  Chris Grayling. Quest’ultimo, che si era schierato con la May fin dall’inizio della sfida interna per la leadership del Partito Conservatore dopo le dimissioni di David Cameron, passa dall’incarico di Lord President of the Council – di fatto ministro dei Rapporti con il Parlamento – a un ministero tecnico, ma dotato di portafogli come quello dei Trasporti. Damian Green, 60 anni, uscito dal governo nel 2014, vi rientra invece per sostituire al dicastero del Lavoro il giovane Stephen Crabb, europeista e a sua volta gia’ candidato alla leadership Tory, che resta fuori. Green fu arrestato nel 2008 per una controversa vicenda di presunto abuso d’ufficio, ma poi scagionato dalle accuse