Nizza, l’Isis rivendica la strage: «È la risposta ai vostri raid»

«L’autore dell’operazione di Nizza in Francia è uno dei soldati dello Stato islamico. Ha condotto questa operazione in risposta agli appelli a colpire la popolazione degli Stati della coalizione che combatte lo Stato islamico». Arriva la rivendicazione dell’Isis dell’attentato a Nizza. La rivendicazione è giunta attraverso Amaq, l’agenzia di stampa del Califfato. La strage di Nizza, si legge nella rivendicazione è la «risposta a vostri raid». Nella rivendicazione della responsabilità per l’attentato – riferisce il sito web di monitoraggio dell’attività islamica Site – lo Stato islamico precisa che l’azione è stata condotta in risposta ai suoi appelli a colpire cittadini di Paesi coinvolti nella coalizione anti-Isis.

Nizza, cinque persone fermate

Intanto salgono a 5 le persone fermate, per possibili legami con l’attentato della Promenade, durante un’operazione della “Brigade de repression d’intervention” portata a termine in un quartiere di Nizza nell’ambito delle indagini sulla strage. Nel frattempo è stata parzialmente riaperta la Promenade des Anglais, fatta eccezione per il luogo della strage delimitata dalla police nationale con i nastri di polizia giudiziaria. Circa 300 metri della passeggiata sono ancora interdetti sia al traffico veicolare che a quello pedonale e restano presidiati dalla polizia. Continua l’afflusso di persone che portano fiori, biglietti e bandiere francesi con scritto “je suis Nicois, je suis Francais”.