Sonny Wu: ecco il magnate cinese che sta comprando il Milan di Berlusconi

FacebookPrintCondividi

Sonny Wu. Tenete a mente questo nome. Dei tanti nomi cinesi che in questa estate affollano il calcio nostrano, questo è quello più importante: perchè Sonny Wu è proprio il cinese che si sta comprando il Milan di Silvio Berlusconi. Finalmente dopo mesi di sembra e si dice ci sono un nome e un cognome dietro quelle ombre cinesi alle spalle del Milan. A svelarne l’identità è stato Bloomberg, colosso dell’informazione economica statunitense: il numero uno della GRS Capital, società di private equity, sarebbe dunque a capo della cordata che sta per acquistare il club rossonero, o che, quanto meno, sta trattando con Fininvest e Silvio Berlusconi. La notizia è seria, tant’è che è stata rilanciata in Italia dalla Gazzetta dello Sport. Le uniche dichiarazioni rilasciate recentemente da Sonny Wu riferiscono di un incontro in programma con Berlusconi “per stabilire una partnership sui mercati globali”. Niente di più. Ma è Bloomberg che va oltre: secondo quanto riportato, dopo aver proposto a Berlusconi l’acquisto del 60% delle quote, adesso la cordata cinese punta al controllo totale della società valutandola 750 milioni di euro, debiti compresi. In passato Sonny Wu ha provato anche la scalata alla Philips Lumileds, ma senza fortuna: ora ha cambiato decisamente settore di investimento ed è da due anni in contatto con Berlusconi. Insieme a lui ci sarebbe anche Steven Zheng, altro imprenditore cinese, con interessi nell’energia solare.